Ciao Grabriele

Leggo di Te da 3gg, un ragazzo come tanti…
pieno di sogni, di allegria e sopratutto dentro la vita fino al collo…

Nell’incertezza generale di domenica,
dove le poche notizie certe erano offuscate da tanta (troppa) confusione mediatica,
l’unica certezza era il dispiacere per la Tua Vita Spezzata.

Ora, in questi giorni si parla solo di Te e della violenza che si è scatenata e…
mi piacerebbe, come a volte mi è successo in passato, assistere direttamente…

Vorrei assistere alla “confessione” di un uomo normale, con una famiglia normale,
con un lavoro di enorme responsabilità, che passa improvvisamente un limite…
non posso giudicarlo, lo DEVE fare qualcun’altro
ma sarebbe giusto per Tua Madre, Tuo Padre e Tuo Fratello poterlo guardare negli occhi…
Tu non torneresti…
ma negli occhi dell’uomo forse si leggerebbe l’icredulità di un gesto folle, insensato…
negli occhi dei Tuoi cari troverebbe alcune risposte, visto chè è Padre anche lui!

Vorrei assistere alle discussioni, ai confronti nelle sedi preposte…
dove si dovrebbe affrontare da tempo il tema della violenza nel calcio…
il Tuo saluto non centra nulla con il calcio…
ma se da una parte generalizzare è un comportamento insito nella natura umana…
dall’altro è difficile non valutare che la “zuffa” è nata per un pallone!
Il calcio è agonizzante e loro non stanno facendo nulla di sensato…
forse sarebbe utile per una volta copiare e non fare le cose all’italiana…

Vorrei parlare con tanti genitori, che oggi leggono il giornale e giudicano…
non mi sono documentato, ma sono quasi certo che il calcio sia lo sport giovanile più imponente…
Tu ne sei stato parte fino all’eccellenza e sicuramente sai…
Quante volte, con in campo 22 bambini di 12 o 15 anni… negli spalti, ti è capitato…
di sentire genitori urlare frasi dis-educative…
di ricevere indicazioni dis-educative dall’allenatore…
Anche loro hanno le loro colpe se oggi Tu non sei più qui con il Tuo sorriso…

Vorrei osservare questi pseudo-tifosi che forti dell’anonimato…
si scagliano contro le forse dell’ordine…
qual’è il motivo di tanto odio? quale “ragione” vi spinge a tanto?
Vi siete mai chiesti senza tutte quelle forse armate cosa sarebbe lo stadio per colpa vostra?
vedo tanto disagio sociale e molta ignoranza…

Gabriele, il Tuo ricordo non deve sopravvivere sull’onda dell’odio…
o cadere nell’indifferenza della vita di tutti i giorni…
Nel Tuo ricordo vorrei…
vedere abbattute le reti contenitive degli stadi…
Ammirare un Ultra GialloRosso raccogliere e pulire…
un cappellino di un bambino BiancoAzzurro caduto per terra…
vedere l’ultra NeroAzzurro ammettere la sconfitta e con un sorriso amaro…
dare appuntamento alla prossima al cugino RossoNero…
Nel Tuo ricordo vorrei… veder rinascere lo sport che ti divideva con la Musica…

E come sempre più spesso dico, se vogliamo che qualcosa cambi…
non aspettiamo che qualcuno faccia qualcosa per noi…
ma iniziamo noi a cambiare, perchè se tutto va in una direzione, non è perchè è l’unica…
siamo tanti… e la direzione la facciamo noi…
sta a noi decidere se farla cambiare silenziosamente… lentamente ma indolore…
o farla rumorosamente, con una sterzata decisa…

Gabriele penso a Te e al Tuo sorriso

Ciao Gabriele

Annunci

~ di eudaemon72 su 2011.01.29.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: